Dirigenti disperate (recensione)

Dirigenti disperateCon ironia ed incisività, Chiara Lupi affronta il delicato tema della leadership al femminile, costruita spesso su ingiuste rinunce. Invece, dimostra l'autrice, scalare i vertici aziendali e, contemporaneamente, gestire la propria famiglia è possibile. Le proposte, descritte nel testo, per rendere meno complicata la vita delle manager sono concrete e convincono, anche perché derivano da esperienze personali.

Conciliare gli impegni professionali con quelli familiari è una questione di equilibri e di prospettive, quasi mai di incastri spontanei. Le difficoltà derivano in modo particolare dalla carenza di servizi adeguati, interni alle Istituzioni ed alle Aziende.

Le manager e le imprenditrici, intervistate nella seconda parte del libro, sono artefici di se stesse, hanno superato ostacoli e perseverato nei propri obiettivi di vita. Il risultato è di stima e di ammirazione, ma anche di incitamento ad emulare modelli esemplari e, soprattutto, reali. Mai più dubitare di riuscire a svolgere insieme i ruoli di madre e donna in carriera !

Ed ora vorrei leggere anche dei "dirigenti disperati", se esistono.

Editore: Libri Este
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo: 20€
Pagine: 189

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *