Cosa non fare in campo:

mai pensare troppo prima di colpire la pallina e mai parlare della tecnica adottata nei colpi migliori.
Seriamente, non sto scrivendo di superstizioni, né di scongiuri, ma di uno studio scientifico effettuato su 80 golfisti (pro e neofiti) dalle Università di St Andrews (Scozia) e del Michigan.

I ricercatori hanno osservato che non rispettare queste semplici azioni riduce l'abituale livello di gioco ed influisce poi negativamente sui risultati. Dipende, infatti, dalla comunicazione orale, che distrae ed interferisce con l'accesso agli aspetti non verbali della memoria.

Il Professor Michael Anderson, cognitive neuroscientist di St Andrews, ha spiegato che gli stessi effetti sono riscontrabili in tutti gli sport che richiedono una preparazione mentale degli atleti.

Fonti: Putting off the perfect putt?, Press Office University of St Andrews, 30 gennaio
Overthinking and motor skills: When teachers can't do di Joe Serwach, University of Michigan, 21 novembre 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

hcp34 prevede l'utilizzo dei cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente all'uso dei cookie. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi