Come migliorare subito il gioco

Putting Like a Pro: The Role of Positive Contagion in Golf Performance and PerceptionSally Linkenauger, ricercatrice presso the Max Planck Institute for Biological Cybernetics, insieme a quattro colleghi ha effettuato un curioso esperimento e dimostrato che il gioco sul green migliora appena si usa il putt di un pro.

La neuro-psicologa ha chiesto a 41 golfisti di effettuare 10 putt da una distanza di circa due metri, su un green artificiale. Ha fornito l'attrezzatura e, solamente ad una parte di loro, ha confidato che il putter (Titleist Scotty Cameron Newport) era stato usato da Ben Curtis.
A tutti i componenti del gruppo, invece, ha chiesto di stimare la larghezza della buca.

I golfisti, che usavano il putter del PGA player, hanno mostrato più fiducia in se stessi, imbucando con una percentuale maggiore (32%) rispetto agli altri. Il 9%, inoltre, ha pensato il diametro della buca più grande di quanto non lo sia stato (cfr. Putting to a Bigger Hole).

Con questi risultati, la studiosa tedesca ha fatto emergere le conseguenze di un "contagio positivo", confrontabile forse con l'effetto placebo. Apprezziamo gli oggetti non solamente per la qualità, ma diamo loro valore anche per motivi lontani dalle reali funzionalità.
Insomma, le performance migliorano se si pensa che Tiger Woods ha usato gli stessi club ! Le stesse deduzioni valgono anche per i pro ?

Fonte: Putting Like a Pro: The Role of Positive Contagion in Golf Performance and Perception PLoS ONE (ottobre 2011)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

hcp34 prevede l'utilizzo dei cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente all'uso dei cookie. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi