hcp34 - Golf & Web


If it's gray, don't play !

5 Ottobre 2011

Performance IndicatorIn giro se ne sente parlare da alcuni anni, ma solamente di recente la tecnologia di Performance Indicator ha ottenuto il brevetto.
La Company americana, fondata nel 1997 da professori universitari (Harvard e MIT), ha ideato una speciale sostanza chimica, con cui rivestire le palline, in grado di rivelare quando le golf ball perdono le originali caratteristiche di elasticità.

Inizialmente, la patina sulla superficie è trasparente. Se però la pallina rimane a lungo a contatto con l'acqua, la pellicola assume un colore grigio opaco, la cui intensità dipende dalla permanenza nel liquido. Questa informazione, che finora non era possibile conoscere, tende a scoraggiare l'utilizzo di palline non più in buone condizioni.

L'acqua, che tende ad insinuarsi fino a raggiungere il nucleo, causa un danno permanente. La pioggia e l'umidità invece hanno scarsi effetti sull'aerodinamica e sulla velocità delle palline.
Autorevoli studi hanno stabilito che sono sufficienti appena dodici ore di permanenza nell'acqua, per influire negativamente sull'accuratezza e sulla distanza di uno shot.
Dopo una settimana nell'acqua, il volo della pallina perde circa 6 metri di distanza. Dopo qualche mese i metri diventato 23.



 
(39)

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Current ye@r *